Diagnostica

La diagnostica, che è strettamente collegata alla prevenzione, apre nuovi orizzonti al manutentore in quanto gli permette di fare “manutenzione”, solo quando è veramente necessaria, a tutto vantaggio della riduzione costi e, soprattutto, dell’affidabilità e disponibilità del sistema.

La tecnica, in questi anni, ha messo a disposizione del manutentore strumenti professionali, più compatti e sempre più performanti, che però richiedono operatori qualificati e l’Unità Operativa di ATME, equipaggiata con idonea strumentazione professionale è sostanzialmente focalizzata su:

Analisi della qualità dell’energia elettrica, con particolare riguardo alla “Power Quality” in tutti i suoi aspetti, dalle analisi preliminari in fase di dimensionamento della centrale al suo esercizio;

Macchine elettriche rotanti, vengono tenuti sotto controllo l’allineamento dei macchinari con tecnologia laser e le vibrazioni per la diagnosi di malfunzionamenti e della loro tipologia, l’individuazione del componente difettoso e l’identificazione in via preventiva di guasto.

Motori diesel e a gas oltre alle normali operazioni di verifica (prove di compressione, ispezione visiva dello stato delle teste con endoscopio, ecc.), siamo in grado di misurare le emissioni (CO e NOx) e la verifica con un elevato livello di precisione della concentrazione del liquido refrigerante dei motori endotermici con rifrattometro.

Prove con resistenze di carico: sono necessarie per verificare alcuni parametri di funzionamento (presa di carico con  caduta di tensione e di frequenza entro le tolleranze ammesse, erogazione potenza max., funzionalità del sistema di raffreddamento e dell’impianto di reintegro gasolio, ecc.) e devono essere eseguite in fase di messa in servizio ripetute con una frequenza che dipende dal tipo di impiego. In particolare sui motori dei gruppi di emergenza dovrebbero essere effettuate annualmente anche per prevenire i problemi di wet stacking (WP420.) 

Ispezioni termografiche: con operatore di livello 2 qualificato secondo UNI EN ISO 9712 e Art. 3.1.4 DIR 2014/68 UE.

 

Manutenzione predittiva

 

ISPEZIONE TERMOGRAFICA

È tra le metodiche non distruttive maggiormente utilizzate nella diagnostica di potenziali problemi in ambito elettrico e meccanico. Un intervento tempestivo può contribuire alla prevenzione dei rischi di incendio e dei fermi di produzione.

ANALISI DELLE VIBRAZIONI

Consente di individuare condizioni di sbilanciamento, disallineamento e difetti sui cuscinetti delle macchine rotanti e di pianificare eventuali sostituzioni prima del guasto.

 

ALLINEAMENTO DEI MACCHINARI

L’affidabilità di una macchina comincia dal corretto allineamento. Si ottengono inoltre considerevoli vantaggi in termini di durata di esercizio e riduzione dei costi di manutenzione e di usura
dei componenti.

RESISTENZE DI CARICO

Se i motori diesel vengono provati troppo spesso con carichi molto bassi (o addirittura a vuoto) si rischia di peggiorare l’affidabilità del motore stesso.
In tali condizioni infatti si crea accumulo di carburante incombusto e di carbonio nelle camere di combustione e scarico, che generano consumi anomali di olio e di gasolio peggiorando le prestazioni e aumentando quindi i costi di esercizio.